GIORNATA TIPO PRIMAVERA

8:00/9:20 ACCOGLIENZA
9:20/9:40       IGIENE PERSONALE
9:40/10:00   FRUTTA+GIOCO DEL CHI C è OGGI
10:00/11:00   ATTIVITà DI SEZIONE E LABORATORIALE
11:00/11:30   IGIENE PERSONALE
11:30/12:30   PRANZO
12:30/13:15   GIOCO LIBERO IN GIARDINO O SALONE
13:15/15:00   RIPOSINO
15:00/15:30  IGIENE PERSONALE E PICCOLA MERENDA
15:30/15:40   USCITA

SCUOLA dell'infanzia e sezione primavera

PROPOSTA FORMATIVA PRIMAVERA

La sezione Primavera è un servizio educativo che consente la crescita dei bambini offrendo stimoli ed opportunità che consentono la costruzione dell’identità, dell’autostima, della socializzazione e dell’interazione con gli altri bambini. La giornata viene organizzata tenendo presenti i ritmi ed i tempi dei bambini, integra momenti di vita quotidiana legati soprattutto al soddisfacimento di bisogni primari ovvero l’alimentazione, il riposino, la pulizia, a momenti di gioco organizzato, laboratori e attività didattiche inerenti alla programmazione

 

OBIETTIVI SPECIFICI

1.   Favorire ed incrementare le capacità psicomotorie;

2.   Favorire lo sviluppo affettivo –sociale

3.   Favorire lo sviluppo cognitivo

4.   Favorire la comunicazione verbale e non verbale

OBIETTIVI GENERALI

Conquista dell’autonomia;
Contribuire alla socializzazione

 ROUTINE

1.   ACCOGLIENZA: L’ingresso è un momento importante in cui l’educatrice ha il compito di mediare il distacco dal genitore, e accogliere il bambino in un ambiente sereno e confortante .

2.   IGIENE PERSONALE: momento di intimità e cura che le educatrici rivolgono a ciascun bambino e allo stesso tempo è un’ esperienza  che lo accompagna verso l’autonomia.

3.   PRANZO: Il momento del pranzo ha una valenza molto forte sia dal punto di vista di una corretta alimentazione sia perché rappresenta un'altra occasione di esperienza educativa : ll bambino impara insieme alle educatrici e ai suoi pari ad assaggiare e riconoscere cibi nuovi,ad aspettare il suo turno e socializzare.

4.   SONNO: Come ogni routine, il momento del sonno è importante e deve avvenire secondo rituale, in modo da dare sicurezza al bimbo. Durante tutta la durata del sonno l’insegnante è presente nella stanza della nanna, per poter rispondere ai singoli bisogni dei bambini.

5.   USCITA I genitori saranno informati sulla giornata trascorsa e il racconto di questa aiuterà i bambini nel passaggio scuola/casa in maniera graduale. Per quanto riguarda le informazioni relative alla consumazione del pasto o altre specifiche della giornata, i genitori possono consultare in bacheca il foglio affisso.

PROPOSTA EDUCATIVA


- GIOCO SIMBOLICO: Attività attraverso la quale il bambino socializza con i compagni, si identifica con le persone adulte ed impara a condividere il materiale di gioco.

Obiettivi - Imitazione del mondo dell’adulto. - Prova degli aspetti problematici della vita. - Scarico di emozioni e di tensioni. - Favorire, attraverso l’uso dei simboli, il passaggio dal dato percettivo alla costruzione del pensiero astratto

- PSICOMOTRICITÀ: Questa è l’attività che permette di sviluppare confidenza con il proprio corpo e i suoi movimenti scoprendo i suoi confini e le proprie forze e possibilità.

Obiettivi - Vincere la paura di affrontare spazi ed esperienze motorie nuove. - Acquistare intraprendenza e sicurezza personale. - Sviluppare l’orientamento spazio-temporale. - Acquistare una maggiore coordinazione nei movimenti.

-ATTIVITA’ LINGUISTICA: L’educazione linguistica è naturalmente legata al dialogo costante ed attivo tra bambino ed adulti

 Obiettivi - Capacità di ascolto e di attenzione. - Sviluppo cognitivo. - Sviluppo del linguaggio. - Capacità di crearsi proprie immagini mentali.

ATTIVITA’ MANIPOLATIVE: Il bambino ha bisogno di esplorare, manipolare, provare sensazioni tattili, impadronirsi degli oggetti per conoscere il peso, la resistenza, la temperatura, la flessibilità ecc… Questa esperienza consente al bambino di discriminare le sensazioni e di crearsi schemi mentali sulle caratteristiche della realtà concreta. Permette di sviluppare sensibilità a livello cognitivo, motorio, espressivo e sensoriale. I bimbi sperimentano le differenti sensazioni provocate dai diversi materiali (pongo, acqua, schiuma, ecc) e, contemporaneamente, aumentano l’abilità manuale, la coordinazione dei movimenti, il desiderio di scoprire e sperimentare

 

Obiettivi - Favorire la comunicazione e la socializzazione. - Provare il piacere di manipolare e conoscere le caratteristiche di materiali diversi al tatto. - Sviluppare la coordinazione oculo-manuale. - Sperimentare i concetti spaziali. - Sperimentare il rapporto peso forma dei materiali. - Scaricare la tensione. - Provare l'esperienza dello sporcarsi volontario e involontario.